articolo

FCA consiglia agli investitori in criptovalute di "evitare" Huobi, KuCoin e altri 140 exchange

3' di lettura
14

Il Regno Unito ha mostrato un crescente interesse nel campo della regolamentazione del settore dele criptovalute. In questo contesto, la FCA ha pubblicato un elenco di 143 exchange di criptovalute, segnandole come indesiderate.

Il Regno Unito ha mostrato un crescente interesse nel campo della regolamentazione del settore dele criptovalute. In questo contesto, la FCA (Financial Conduct Authority è un organismo di regolamentazione finanziaria del Regno Unito il cui obiettivo è proteggere consumatori, concorrenza e mercati finanziari) ha pubblicato un elenco di 143 exchange di criptovalute, segnalondole come piattaforme a cui prestare attenzione e da evitare. In particolare, nella lista ci sono i nomi di Huobi e KuCoin.

L’organismo di regolamentazione ha sottolineato che la maggior parte delle società finanziarie che operano nel Regno Unito sono tenute ad essere in possesso dell'autorizzazione e della registrazione provenienti dalla FCA. L’avviso sugerisci che l’elenco include delle aziende che operano senza il benestare della FCA stessa. La lista non fornisce molte informazioni degne di nota, tuttavia, viene integrata con un semplice consiglio dell’astenersi dall’utilizzare questi operatori per investire in crypto.

Questo recente intervento è in linea con gli obiettivi di FCA di regolamentare e controllare la promozione di prodotti finanziari ad alto rischio e mitigare la gamification delle società commerciali.

E’ importante notare che le normative verranno estese anche per essere applicate nei confronti delle società legate al mondo delle crypto, a prescindere dalla loro posizione geograica. Ad esempio, né KuCoin e né Huobi hanno origine nel Regno Unito, essendo rispettivamente fondate a Singapore e in Cina. Nei prossimi tempi, FCA si riserva di aggiungere nuove piattaforme e aggiornare la lista dei trasgressori.

Le aziende rischiano accuse penali?

A luglio, Jayson Probin, a capo delle promozioni finanziarie riguardanti le crypto presso la FCA, ha avvertito che la mancata conformità potrebbe portare alla presentazione di accuse penali. Inoltre, ha aggiunto che:

“Adotteremo azioni energiche contro le persone che rivolgono illegalmente pubblicità nei confronti dei consumatori del Regno Unito. Ad esempio, prevediamo l’inserimento di aziende nel nostro elenco e chiederemo loro la rimozione di siti Web, account di social media, app e tutte le altre promozioni che violano le nostre normative”.

Questi sviluppi trovano un aggiornamento nell’operato di Binance che ha creato un dominio ad hoc per gli utenti del Regno Unito, in seguito ad una collaborazione con Rebuildingsociety. Si tratta di un’entità regolamentata dalla FCA e autorizzata a rivedere e approvare materiali di marketing e comunicazione relativi alle crypto in maniera tale che siano conformi alle normative S21. Inoltre, la partnership garantisce che solo i prodotti e i servizi Binance conformi alle normative del Regno Unito saranno accessibili agli utenti.

Anche OKX e MoonPay hanno adottato un approccio molto simile. Inoltre, OKX ha rilasciato una dichiarazione riguardante la conformità FinProm, rivelando di aver ridotto i token disponibili a circa 40 asset e di aver incorporato degli avvisi riguardanti il rischio degli investimenti nelle interfacce degli utenti.



Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2023 alle 10:16 sul giornale del 10 ottobre 2023 - 14 letture



qrcode